COME DIVENTARE UN BUON TITOLARE D’AZIENDA

👉👉LE 7 ABITUDINI CHE DEVI CONOSCERE PER DIVENTARE UN BUON TITOLARE D’AZIENDA!!

Azienda, se vuoi crearne una grande, formata da una squadra che collabori insieme in una unica mission aziendale, allora devi conoscere le 7 azioni da intraprendere. Il tuo unico scopo dovrĂ  essere quello di ottenere sempre la soddisfazione dei tuoi dipendenti, questo lo potrai ottenere solamente se organizzi la tua azienda in modo da ottenere sempre i risultati dichiarati.

1: Stabilisci poche regole, chiare e inflessibili.

Chiarisci subito quali sono le tue aspettative e metti in chiaro le regole della tua azienda.  Parla chiaramente di quelli che possono essere le eventuali sanzioni disciplinari così come possono essere raggiunti i premi e gli incentivi. Cerca di far emergere da subito gli eventuali dubbi che potrebbero avere i tuoi dipendenti. Alcuni problemi li potresti avere perché non hai parlato chiaramente di alcune cose:

Straordinari,

Formazione,

Meeting aziendali,

Ferie,

Giorni liberi,

MaternitĂ .

Quindi parlane subito durante i colloqui di assunzione in modo tale da non avere spiacevoli ripercussioni in futuro. Uno dei consigli che mi sento di darti è quello di redigere un vero e proprio regolamento interno, per dare delle linee guida che i tuoi dipendenti potranno seguire.

2: Crea incentivi e premi produzione raggiungibili.

La maggior parte delle aziende di oggi crea degli incentivi quasi irraggiungibili per i propri collaboratori, creando un clima pessimo. Non utilizzare il +XX% sulle vendite singole oppure obiettivi di vendita individuali, queste cose non funzionano più e non faranno la differenza nella tua azienda. Cerca semmai un premio molto sostanzioso, ma studiato per un obiettivo di gruppo e non individuale. Quello che voglio dirti è di creare un obiettivo unico per tutto il tuo staff e quindi assegna un premio collettivo. Ricordati di mettere sul piatto qualche soldino in più se si raggiungono i buoni risultati. Ricorda un buon investimento ha quasi sempre un buon ritorno. 

Le azioni che potrai intraprendere per creare degli incentivi di produzione sono questi:

  1. A) stabilisci un importo totale di gruppo cerca di essere generoso,
  2. B) definisci chiaramente come si può vincere,
  3. C) informa tutto il tuo staff in prima persona,
  4. D) quando l’obiettivo verrà raggiunto celebralo con un aperitivo di massa,
  5. E) cambia gli obiettivi e gli incentivi ogni mese.

3: Fissa regolarmente delle riunioni per parlare di obiettivi e strategie.

Una cosa che devi assolutamente evitare nella tua azienda, per diventare un bravo titolare è quello che la comunicazione tra te e il tuo staff si limiti ad essere di due minuti magari davanti alla macchina del caffè oppure di corsa in corridoio. 

Dovrai organizzarti in modo da avere un vero e proprio spazio per parlare ed organizzarsi al meglio. Il miglior modo per organizzare tutto ciò è una volta a settimana possibilmente durante il primo giorno della ripresa dei lavori. 

I punti da trattare durante questa riunione potrebbero essere:

come stanno andando le vendite,

che problematiche ci sono,

i vari dettagli organizzativi,

a che punto è il tuo staff nei confronti degli obiettivi,

varie ed eventuali.

Il meeting dovrà essere sempre preparato e mai improvvisato è bene sempre comunicare inizio durata ed argomenti che verranno trattati durante la sessione di incontro. 

Cerca di costruire tutto il discorso della riunione partendo da dove vi trovate oggi e quali sono i risultati e complimentati con chi li ha raggiunti, per poi chiedere i loro punti di vista e quindi condividere un po’ il loro pensiero.

Fino ad arrivare alla fase finale di stabilire nuovi obiettivi, compiti e ruoli per tutto il tuo staff.

4: Paga bene e regolarmente i tuoi dipendenti.

Pagare bene significa non solo uno stipendio giusto ma anche qualche attenzione, regalo e delle sorprese. Mettiti nelle condizioni di dare se vuoi ricevere di più e prenditi cura di chi hai attorno. Inoltre pagare bene significa che la persona valida non deve avere il minimo pensiero di voler andar via. 

Nella vita dobbiamo coltivare ogni rapporto se vogliamo che sia soddisfacente e piĂą duraturo possibile. Non farti condizionare dalle esperienze brutte del passato, cerca di essere prudente ma soddisfa le persone che lavorano con te, stupiscile. Tutto questo ti farĂ  essere sempre dalla parte della ragione e mai il contrario.

Crea ponti e non alzare muri, non fare dei contratti strani per risparmiare dei soldi e per pagare meno contributi, sei una persona è valida ti ripagherà sempre alla grande.

5: Impara a selezionare i tuoi dipendenti e non smettere mai di cercarne dei nuovi.

Solo te potrai selezionare i tuoi migliori dipendenti anche perché sei l’unica persona che potrà trasmettere tutta l’identificazione aziendale. Per trovare le persone giuste nella tua azienda potresti metterci qualche mese addirittura qualche anno. 

Non smettere mai di continuare a cercare e selezionate persone nuove perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Se ricerchi personale solo quando ti serve, potresti essere in affanno in alcuni periodi. 

Un piccolo consiglio è quello di creare sempre un annuncio di selezione del personale sui vari strumenti che oggi ci sono a disposizione, giornali, riviste di settore e social. 

Continua a cercare il dipendente giusto, vedrai che otterrai di più da chi ti aspettavi di meno. 

6: Dedica il tuo tempo ai nuovi arrivati.

Una volta che avrai inserito delle persone nuove dovrai formarle e dargli le giuste attenzioni. La prima fase e quella piĂą importante.

Se inserisci persone e poi NON gli dedichi il tempo e tutto inutile. Non lasciare mai la persona sola, specialmente all’inizio, accompagnalo nelle proprie mansioni ed affiancarlo durante i suoi appuntamenti. Pianifica questo tempo di affiancamento e non sottovalutarlo sarà l’investimento più importante che potrai fare per la tua azienda.

7: Il periodo ottimale di prova sono 12 mesi.

Chiarisci al nuovo arrivato che i primi 12 mesi in azienda sono il periodo di test. Prometti l’aiuto e pretendi il suo impegno. Tendenzialmente tutte le persone all’inizio vogliono farsi vedere e dimostrare ciò che valgono, sarà un tuo compito riuscire a capire se la persona inserita è veramente valida per la tua azienda.

Non farti prendere da sentimentalismi se non va bene dovrai mandarla via, senza aver paura di ritorsioni o altro. Prevedi giĂ  che questo potrĂ  succedere, ma focalizza il tuo pensiero sui nuovi inserimenti.

➡➡PS: se pensi di aver bisogno di una guida e ti piacerebbe avere il nostro aiuto, clicca qui e lascia i tuoi dati in questa pagina ti richiameremo noi.

Buona ABITUDINE!